Mineralogia

Mostra e Scambio di Minerali a Novegro

Testi e foto di Alessandra Monistier

Che passione!!

Ritrovo e mostra scambio per ricercatori di minerali, al Parco Esposizioni di Novegro sabato 21 e domenica 22 Novembre si è tenuta la 44° edizione della Mostra & Scambio di Minerali, curata e organizzata dal Gruppo Mineralogico Lombardo.

Novegro02_nov2009Novegro03_nov2009
Il padiglione era diviso in due parti poiché in contemporanea vi era la Mostra Preziosa alla sua 10° edizione, rivolta al mercato delle gemme, delle pietre preziose, dei minerali e dei fossili, della gioielleria e bigiotteria.

Mostra sulle Zeoliti

Molte le novità, fra cui una mostra tematica sulle Zeoliti: minerali dalla struttura cristallina regolare e microporosa, caratterizzati da un’ enorme quantità di volumi vuoti interni ai cristalli.  Alcuni esempi di collezioni private erano esposti nelle vetrite ad inizio mostra.

Granato Hessonite

Granato Hessonite:

cristalli fino a cm. 1, Laietto
Alpe delle Frasse, Val di Susa, Torino.
Collezione Torroni

Decisamente interessante curiosare tra i lavorati della pietra e le sue mille sfaccettature, ma assai più interessante, da un punto di vista scientifico, osservare le molte specie di minerali italiani e non presenenti sui vari banchi.

Mineralogia e alpinismo

La mineralogia è una scienza che studia i minerali e la loro composizione, struttura chimica e cristillina, la loro genesi e struttura fisica (ad esempio durezza, magnetismo e proprietà ottiche) e la loro trasformazione ed utilizzo da parte dell’uomo, si è spesso incontrata con la passione degli scalatori e la conquista delle vette.

A proposito dell'autore

Elena

Amo andare in montagna perché casa e ufficio mi stanno stretti. In montagna il sentiero è l'unica via da percorrere, il fiato non si spreca in parole inutili ma bisogna conservarlo e per arrivare in cima basta mettere un passo dietro l'altro. Vado in montagna perché cieli e panorami si fondono e confondono in forme e colori sempre nuovi, come sentimenti che si aggrovigliano inconsciamente come i colori sulla tela su cui dipingo, i pixel sul monitor in ufficio e la luce nell'obiettivo della mia macchina fotografica. Forse è per questo che in quota telefonini e internet funzionano a singhiozzo, è la natura che ti dice: "Lascia il lavoro a valle, stai con gli amici e con chi ami, stai con gli animali, stai con te stesso. Non ti serve nient'altro.

Lascia un commento