Sci Alpinismo

Notturna al Resegone

sci05Qui di seguito un articolo del mio amico Marco grande conoscitore e appassionato di montagna, che anche se sostiene di avere fatto le foto della nottura al Resegone con un tostapane, avrà tutte le foto pubblicate! 🙂

Qui a fianco Marco sulla Cresta del Resegone

Relazione:

Cosa: Resegone in nottura – scialpinismo

Località di partenza: Morterone 1100 m, lombardia, Italia

Zona Montuosa: Prealbi Orobie

Ciao,
ieri sera ritrovo al Bione e finalmente incontro un onicer, fourfingers. Ci rechiamo a Morterone e la nebbia (o nuvole basse?) ci accompagna per un bel pezzo di strada.

sci01Sperisce giusto per vedere la val Boazzo e scorgere due lucine sulla cascata. (incontreremo i temerari al ritorno). Da Morterone cielo sereno, temperatura -3 ……… via che si parte! L’innevamento è ottimale, la compagnia allegra (i magnifici 7 o i 7 nani?). Arrivati al raccordo con l’itinerario dalla Val Imagna si aprono i panorami che era giusto aspettarsi.

Con la scusa di far foto son quello che resta indietro!
Ma ne vale la pena…

Il mare di nuvole è già spettacolare di giorno, ma col chiaro di luna diventa pazzesco! C’è talmente tanta luce e la traccia è talmente bella che saliamo senza frontali.

Nelle foto è possibile vedere un alone chiaro che è ovviamente la bella Milano! C’è un po’ di vento, fa freddo ma non esagerato. In vetta con Dario e fourfingers e finalmente arriviamo in cresta.

sci03sci04

In discesa non c’è tempo di fare foto, e stando sul pistato ci si diverte veramente tanto.
Alla prossima.. alla luce del sole!

Testo di Marco Giudici

A proposito dell'autore

Elena

Amo andare in montagna perché casa e ufficio mi stanno stretti. In montagna il sentiero è l'unica via da percorrere, il fiato non si spreca in parole inutili ma bisogna conservarlo e per arrivare in cima basta mettere un passo dietro l'altro. Vado in montagna perché cieli e panorami si fondono e confondono in forme e colori sempre nuovi, come sentimenti che si aggrovigliano inconsciamente come i colori sulla tela su cui dipingo, i pixel sul monitor in ufficio e la luce nell'obiettivo della mia macchina fotografica. Forse è per questo che in quota telefonini e internet funzionano a singhiozzo, è la natura che ti dice: "Lascia il lavoro a valle, stai con gli amici e con chi ami, stai con gli animali, stai con te stesso. Non ti serve nient'altro.

2 Comments

Lascia un commento