Sci Alpinismo

Scialpinismo al Pian dei Cavalli

Pian dei Cavalli in zona Spluga è una bella e sicura Scialpinistica: ottimo itinerario da giocare quando proprio non si sa dove andare!

Dove: Pian dei Cavalli

Località e quota di partenza: Isola di madesimo 1253 m

Regione/Stato: Lombardia, Italy

Gruppo montuoso: Alpi Occidentali – Alpi Lepontine – Gruppo Catena Mesolcina

Quota di arrivo: 2300 m circa

Dislivello di salita: 1047 m circa

Esposizione prevalente in discesa: Nord/Est

Difficoltà: MS

Neve: Polvere!!

Note: Bella e sicura gita anche dopo abbondanti nevicate

Vento e -13° accolgono me, Stefano, Andrea e Chiara a ISOLA di Madesimo mentre mettiamo scarponi ai piedi…. fortunatamente la gita si svolge interamente nel bosco e riusciamo a rimanere abbastanza protetti dal vento per l’intera salita.

E’ anche la partenza per andare alla C ima di Barna, gita molto lunga e dal notevole sviluppo Vedi cima di Barna (“La Guida Renata Rossi presenta un’uscita straordinaria”) >>.

Visto le condizioni neve/meteo noi decidiamo di andare al Pian dei Cavalli risalendo il bosco.

Partenza:

lasciamo la macchina a ISOLA nel parcheggio vicino al lago (dove fanno la pista di guida su ghiaccio), attraversiamo la strada e partiamo.

Risaliamo la vecchia pista da sci lasciandoci sulla sinistra il vecchio e chiuso skilift che sale nel bosco. Incontriamo la stradina che sale al Pian dei Cavalli, a tratti la seguiamo e in altri tagliamo le curve. Incrociamo sulla strada nuovamente lo skylift che oramai è alla sua fine, ci passiamo sotto e facciamo l’ultimo pezzo di dislivello in bosco rado.

Sbuchiamo sul Pian dei cavalli, tanto vento: ci ripariamo in un avvallamento per bere un goccio di te caldo e spellare. Qui il vento ha spelato tutti i dossi sopra di noi, tanto da vedere  l’erba…. praticamente non cè fondo! Bellissimo il panorama intorno a noi: dal piz Tambò, al Ferré ecc….

Discesa:

Per la via di salita stando alla sinistra dello skylift.

Galleria foto:

Mappa

Testo e foto di Elena Monistier
Traccia GPS di Andrea Limberti

A proposito dell'autore

Elena

Amo andare in montagna perché casa e ufficio mi stanno stretti. In montagna il sentiero è l'unica via da percorrere, il fiato non si spreca in parole inutili ma bisogna conservarlo e per arrivare in cima basta mettere un passo dietro l'altro. Vado in montagna perché cieli e panorami si fondono e confondono in forme e colori sempre nuovi, come sentimenti che si aggrovigliano inconsciamente come i colori sulla tela su cui dipingo, i pixel sul monitor in ufficio e la luce nell'obiettivo della mia macchina fotografica. Forse è per questo che in quota telefonini e internet funzionano a singhiozzo, è la natura che ti dice: "Lascia il lavoro a valle, stai con gli amici e con chi ami, stai con gli animali, stai con te stesso. Non ti serve nient'altro.

Lascia un commento