Dolomiti Trekking Escursionismo Video di Montagna

Sulle orme dell’Alta via n.2 in Dolomiti

Trekking di più giorni in dolomiti con qualche variante metereologica in corso

L’estate si avvicina… ed ormai quasi passata è già tempo di pianificare ancora le vacanze magari a settembre. Questo trekking che ripercorre la parte iniziale dell’Alta via n.2 delle dolomiti con la variante del sentiero delle Odle fino al rifugio Firenze, si blocca li a causa del brutto tempo. Abbiamo quindi aggiunto la tappa a valle di Selva di Valgardena, dove siamo stati costretti a soggiornare alla fine dei giorni che avevamo disponibili, facendo quando possibile delle gite giornaliere.

Le nostre tappe come le avevamo studiate:

  1. giorno – Cabinovia Plose a Valcroce 2050 m e poi al Rifugio Plose CAI 2447m
  2. giorno – Dal rifugio Plose al Rifugio Genova 2306 m
  3. giorno – Dal rifugio Genova al Rifugio Firenze 2040 m passando per la variante sentiero delle ODLE
  4. giorno – Dal rifugio Firenze al rif. Puez 2475 m
  5. giorno – Dal rifugio Puez al rif. Pisciadù 2585 m
  6. giorno- Dal rifugio Pisciadù al rif. Boè 2871 m
  7. giorno- Dal rifugio Boè al rif. Vicenza 2256 m

e poi casa.

Nel video le tappe come sono diventate 🙂

A proposito dell'autore

Elena

Amo andare in montagna perché casa e ufficio mi stanno stretti. In montagna il sentiero è l'unica via da percorrere, il fiato non si spreca in parole inutili ma bisogna conservarlo e per arrivare in cima basta mettere un passo dietro l'altro. Vado in montagna perché cieli e panorami si fondono e confondono in forme e colori sempre nuovi, come sentimenti che si aggrovigliano inconsciamente come i colori sulla tela su cui dipingo, i pixel sul monitor in ufficio e la luce nell'obiettivo della mia macchina fotografica. Forse è per questo che in quota telefonini e internet funzionano a singhiozzo, è la natura che ti dice: "Lascia il lavoro a valle, stai con gli amici e con chi ami, stai con gli animali, stai con te stesso. Non ti serve nient'altro.

Lascia un commento