Vie Ferrate

VIA FERRATA di Caprie

Testo e foto di Stefano Torroni

Descrizione:

Dopo aver raggiunto l’abitato di Caprie pargheggiare nell’apposito parcheggio che si trova sulla strada per Novaretto, ci sono i cartelli che indicano il percorso e da qui in 10 minuti si raggiunge l’attacco della via ferrata.
Caprie01

Il percorso inizia con un primo tratto facile che porta ad un ripiano, da cui poi si segue più o meno integralmente il filo dello spigolo della parete fino sulla cima del promontorio, proseguire lungo una cengia fino a sbucare sulla sommità.

L’itinerario è fin qui abastanza semplice e poco ripido.

Da qui è possibile uscire sul sentiero che riconduce all’auto oppure proseguire per un lungo camminamento segnato da piccoli bolli rossi, che salendo si inoltra dapprima nel bosco ed in pochi minuti raggiunge la base della parte alta della via ferrata.

Si supera una bella serie di placche e muri verticali tutti attrezzati fino ad incontrare un ponte tibetano, molto panoramico, che è possibile aggirare lugo un camminamento, portandosi ai piedi del risalto finale, oltrepassato il primo muro per una serie di gradini si esce lungo uan bellissima placconata di serpentino rosso.

Dalla cima, seguendo il sentiero segnalato si arriva comodamente fino al piccolo piazzale alla base della parete ( 30 min.).

Materiale indispensabile:

  1. Imbragatura da arrampicata
  2. Casco da arrampicata
  3. Dissipatore d’energia con 2 longe dinamiche
  4. N° 2 moschettoni a norme per ferrata e connettore con l’ imbracatura.

Commento

Il comune di Caprie è sovrastato da pareti rocciose di serpentino un materiale duro e scuro, anche se a volte un po’ scivoloso. L’intera zona è conosciuta dagli arrampicatori perchè sono presenti parecchie Palestre.

E di roccia di varie difficoltà. L’itineario, alle porte di Torino, risulta semplice e di soddisfazione, inoltre è possibile salire anche alla sera dopo il lavoro nel mese di Giugno (il sole tramonta tardi !).

Relazione:

Località: Piemonte – Novaretto, Caprie (TO)

Difficoltà: PD – via ferrata

Quota di partenza: 310 m

Dislivello: 350 m

Tempo complessivo necessario salita/discesa: 2 – 3 h.

Discesa: Dalla cima seguire il sentiero segnalato.  Arrivati alla  vecchia mulattiera che collega Caprie con Campambiardo, seguirla  fino a al piazzale che si trova alla base della parete.

Tutto l’anno.

Mappa


Visualizzazione ingrandita della mappa

A proposito dell'autore

Elena

Amo andare in montagna perché casa e ufficio mi stanno stretti. In montagna il sentiero è l'unica via da percorrere, il fiato non si spreca in parole inutili ma bisogna conservarlo e per arrivare in cima basta mettere un passo dietro l'altro. Vado in montagna perché cieli e panorami si fondono e confondono in forme e colori sempre nuovi, come sentimenti che si aggrovigliano inconsciamente come i colori sulla tela su cui dipingo, i pixel sul monitor in ufficio e la luce nell'obiettivo della mia macchina fotografica. Forse è per questo che in quota telefonini e internet funzionano a singhiozzo, è la natura che ti dice: "Lascia il lavoro a valle, stai con gli amici e con chi ami, stai con gli animali, stai con te stesso. Non ti serve nient'altro.

1 commento

  • Siamo andati a fare la ferrata questo week end, ben attrezzata, la prima parte è semplice mentre la secondada presenta tratti esposti ed atletici! unica nota negativa…. troppo CALDO!! 🙂

Lascia un commento